Categorie
Attualità politica Cultura e società Scuola

La nuova scuola

Grembiulini.

Maestro unico.

Classi numerose.

Molta disciplina.

E soprattutto, un libro di testo che non è mai cambiato negli ultimi millequattrocento anni.

7 risposte su “La nuova scuola”

“una scuola strutturata è più democratica di una scuola lassista……essa sola può dare ai giovani le conoscenze necessarie che non possono trovarsi altrove.”
tratto da LE MONDE 1985
lascio a te ogni considerazione……..
ciao gian

l’immagine iniziale di una tipica scuola coranica da un’idea chiara di ciò che ha in mente la ministra, ma anche gli altri membri del governo, in materia di educazione – scuola

Ogni volta che qualcuno prova a toccare la scuola succede il pandemonio: bimbi in sciopero coi manifesti scritti da papa’, il fascismo alle porte (e con Berlinguer cos’era, comunismo?), i maestri sulla strada a chiedere l’elemosina, i docenti universitari piangono.
Io consiglio a tutti la lettura di un librettino scritto da un professore di un liceo tedesco che non è un reazionario. E’ intitolato “Elogio della disciplina”.

Mi diplomai in una scuola pubblica e, visti i risultati, fui immediatamente contattato da una azienza che però mi fece seguire in una scuola privata un ulteriore anno. Potei confrontare sulla mia pelle (è stata dura) la differenza fra le due scuole.Però imparai di più e meglio in quell’anno che nei precedenti tre.
I professori se non davano il meglio non venivano riconfermati per l’anno dopo. Forse troppo? Però quanto c’è di casta e conservatorismo nell’esercito degli insegnanti pubblici. Dare stipendi e dare istruzione di qualità, in quale percentuale contano di più?.

Rispondi a redouane terwan Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.