Domenica 2 giugno 2002 - Martedì 5 giugno 2012 - Martedì 23 Maggio 2016
- Lunedì 5 Dicembre 2016
scrivimi@mauriziopistone.it    strenua nos exercet inertia    Hor.

La Costituzione

Ho realizzato un’edizione sinottica della Costituzione italiana, che mette a raffronto il testo del 1948 con le successive modifiche.

Fino a qualche tempo fa, quando la Costituzione sembrava un patrimonio pacificamente acquisito, la cosa per qualcuno sembrava avere solo “un interesse storico o giuridico” (così scrivevo anni fa). Adesso invece, che gli attacchi alla Costituzione si susseguono (e speriamo non più per molto tempo), il tema della sua attualità è di pressante urgenza civile e politica. Per fortuna, nonostante i corvacci del malaugurio, la maggioranza degli italiani è convinta che i principi fondamentali del nostro Stato democratico sono un valore importante e da difendere: lo si è visto con evidenza in occasione del referendum del 25 e 26 giugno 2006, e in tante altre occasioni.

Fin dall’inizio, per me è stato importante anche l’aspetto linguistico. Lo sviluppo di questo lavoro mi ha rafforzato nella convinzione che i nostri Costituenti hanno realizzato non solo un capolavoro di saggezza politica, ma anche un grande modello di lingua italiana. Le successive revisioni hanno allungato il brodo, stemperando i principi fondamentali della nostra democrazia in un lungo elenco cavilloso di procedure, ed introducendo il peggior gergo degli azzecca-garbugli e degli acchiappavoti di questo passaggio di secolo. Ma per fortuna la sostanza è salva.

Sono state inserite ora (maggio 2016) le modifiche della recente riforma costituzionale, in attesa di referendum confermativo.

È stato ripristinato il testo precedente in seguito all’esito del referendum confermativo del 4 dicembre 2016

Vai al testo →